Surface Go, riparazioni quasi impossibili

Il teardown del Surface Go rivela una procedura di smontaggio complessa con riparazioni quasi impossibili.

Surface Go, riparazioni quasi impossibili

Surface Go è finito nella mani dei ragazzi di iFixit che hanno proceduto ad effettuare il loro teardown, smontando il nuovo 2-in-1 di Microsoft pezzo per pezzo. Il risultato di questa procedura è un punteggio 1 su 10 per quanto riguarda il grado di riparabilità. In altri termini, il Surface Go si smonta con estrema difficoltà e l'eventuale riparazione è estremamente difficile, quasi impossibile. Secondo iFixit, la rimozione del display per accedere all'hardware interno prevede una procedura estremamente delicata e complessa, sebbene leggermente più semplice rispetto a quella necessaria sul Surface Pro.

La crescente difficoltà nello smontare questi dispositivi sta diventando una costante. La crescente necessità di realizzare prodotti sempre più curati e compatti, costringe i produttori a dei veri e propri "miracoli" ingegneristici con dispositivi caratterizzati da hardware miniaturizzato e con gli spazi interni sfruttati al 100%. Per accedere alle componentistiche interne, le persone devono destreggiarsi tra molti adesivi usati per incollare il display e la batteria.

Purtroppo, processore, RAM e SSD sono tutti saldati alla scheda madre. Dunque, impossibile sostituirli manualmente. Particolare curioso svelato da iFixit, il processore non dispone di un vero e proprio sistema di dissipazione del calore. Il processore Intel Pentium, infatti, scalda molto poco e non richiede la presenza di ventole e di sistemi di raffreddamento similari.

In Italia, il Surface Go arriverà il 28 agosto. Nel frattempo, Microsoft ha già rilasciato il primo firmware che migliora l'esperienza d'uso generale di questo interessante prodotto Windows 10.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail