Cosa si può comprare con la Carta Docente? Ecco come spendere i 500 euro del Bonus

Una guida esaustiva alla Carta del Docente: cosa si può comprare con il Bonus dei 500 euro?

soldi-di-carta-e-monete.jpg

Sapete tutti ormai che con la Carta Docente il governo Renzi permette agli insegnanti di spendere 500 euro per l'acquisto di strumenti utili all'aggiornamento e alla formazione professionale. Tra questi strumenti rientrano anche hardware e software di vario genere; lo dice espressamente il Ministero dell'Istruzione nella pagina Web con le FAQ sull'argomento: quando scrive che "personal computer, computer portatili o notebook, computer palmari, e-book reader, tablet rientrano nella categoria degli strumenti informatici che sostengono la formazione continua dei docenti".

Oltre che dispositivi tecnologici, software e programmi di vario tipo potete acquistare anche libri, partecipare a corsi di aggiornamento, master e così via: lo sappiamo. Pensiamo però che sia altrettanto importante che i docenti abbiano a propria disposizione tutti gli strumenti informatici utili per velocizzare il proprio lavoro, rendere più interessanti le proprie lezioni e mostrarsi aggiornati dinanzi alla propria classe.

Anzitutto avere a propria disposizione un buon PC portatile è senz'altro utile: portarselo dietro conviene perché anche se poi sulla cattedra vi troverete con il registro elettronico e il computer contemporaneamente, avrete comunque con voi un dispositivo che velocizza qualsiasi tipo di compito, soprattutto se la scuola vi fornisce una connessione a Internet o se magari avete la possibilità di accedere a un'aula con un proiettore.

Pensate soltanto all'uso delle presentazioni in Power Point (che però non dovrebbero sostituire la lezione ma solo rappresentarne una giusta sintesi) oppure a quello di video e immagini complementari alla spiegazione: ce ne sono insomma di impieghi della tecnologia a fini didattici.

Se proprio non volete usare un PC (che però ha uno schermo molto più grande di qualsiasi altro dispositivo) potrete ripiegare sui tablet o, meglio ancora, sugli All in One, che possono essere PC e tablet al tempo stesso. Sfruttare la tecnologia a fini didattici potrebbe rivelarsi insomma un punto di forza delle vostre lezioni, anche perché il Bonus Docenti dell'anno precedente si somma a quello successivo e quindi potreste mettere da parte una bella somma per comprare un dispositivo dalle prestazioni magnifiche. Non per forza da portare a scuola, s'intende: un buon computer potrebbe tornarvi utile anche a casa.

Come spendere bene i 500 euro della Carta del Docente


Per sapere cosa comprare con la Carta Docente e come spendere i 500 euro dovrete avere delle buone conoscenze sul settore tecnologico; a tal proposito vi segnaliamo i seguenti approfondimenti:


Si può comprare lo smartphone con la Carta del Docente?


Vi ricordiamo che stando a quanto detto dal Ministero (e a quanto ipotizzabile a prescindere dalle FAQ) telefoni di qualsiasi tipo non possono essere acquistati in alcun modo:

"Altri dispositivi elettronici che hanno come principale finalità le comunicazioni elettroniche, come ad esempio gli smartphone, non sono da considerarsi prevalentemente funzionali ai fini promossi dalla Carta del Docente, come non vi rientrano le componenti parziali dei dispositivi elettronici, come toner cartucce, stampanti, pennette USB, videocamere, fotocamere e videoproiettori".

Lo stesso vale ovviamente per lavatrici (ogni riferimento ai servizi di Striscia La Notizia e casuale) ed elettrodomestici di vario tipo. La finalità insomma è solo quella dell'aggiornamento, e fidatevi: ce ne sono di soldi da spendere tra hardware, software e corsi di vario genere con tutte le sfide che il mondo della scuola sta ponendo in questi ultimi anni.

Come spendere il Bonus dei 500 euro con i software?


Per quanto riguarda il software il Ministero è chiaro a tal proposito:

"Vi rientrano tutti i programmi e le applicazioni, (disponibili in formato elettronico, disponibili in cloud, scaricabili online o incorporati in supporti quali memorie esterne, CD, DVD, Blue Ray), destinati alle specifiche esigenze formative di un docente, come ad esempio programmi che permettono di consultare enciclopedie, vocabolari, repertori culturali o di progettare modelli matematici o di realizzare disegni tecnici, di videoscrittura, di editing e di calcolo (strumenti di office automation)".

I software didattici sono davvero tanti

: pensate a quelli presenti nella pagina di Campustore oppure ai tanti che potete trovare su Amazon digitando software didattici. Vi ricordiamo che per software didattico non intendiamo solo quello che potete usare per i vostri studenti ma anche l'insieme dei programmi che vi permettono di crescere professionalmente: anche corsi di lingua straniera, per intenderci.

Ora sapete come spendere i 500 euro e cosa acquistare con la Carta del Docente: se avete delle domande o delle perplessità o magari dei consigli per i vostri colleghi, scriveteci tra i commenti!

Fonte foto | Pixabay.com

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO