Google Home nella bufera, gli utenti contestano la pubblicità invasiva

google-home.png

Non fa onore a Google quanto accaduto negli USA per via del suo Home, come sapete assistente vocale che dice che tempo fa, quali sono gli appuntamenti del giorno e risponde a molte delle domande che gli fate, ovviamente a seconda delle impostazioni scelte. In America è successo un fatto che ha spinto la stessa Google a intervenire e che mette molta legna sul fuoco su una questione piuttosto importante: quale dev'essere il limite della pubblicità?

Tra le tante cose che diceva infatti a un certo punto Google Home si è messo a parlare della Bella e la Bestia, il nuovo film che potete vedere al cinema e che tanto successo sta riscontrando presso il pubblico: la cosa è stata subito segnalata nei principali forum e ai principali siti Internet a tal punto che la stessa Google è dovuta intervenire sulla questione spiegando che non si tratta di pubblicità ma di un semplice avviso legato alla funzione My Day di Google Home, feature che permette ai suoi partner di mandare dei messaggi agli utenti di tanto in tanto.

La stessa Google ha comunque ammesso che avrebbe potuto fare di meglio per evitare una situazione del genere. Di certo il beneficio del dubbio bisogna concederlo ma che Google lo consideri una feature o meno il risultato non cambia molto: Google Home ha suggerito un film nella sale senza che nessuno glielo chiedesse e questo basta, no?

Via | Venture Beat

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO