Ecco l'armatura smart che riconosce i danni cerebrali causati da esplosioni

armatura-smart.jpg

BLAST è una tecnologia che ha permesso di realizzare un'armatura smart in grado di riconoscere i danni cerebrali causati ai soldati in guerra dalle esplosioni. Non è la prima volta che la tecnologia viene sfruttata per l'esercito, visto che in passato fece molto parlare di sé il casco militare con visore HoloLens integrato e che forse ricorderete con il nome di Circular Review System. Ma vediamo alcuni dettagli su questa armatura smart.

Stando a quanto si legge nella relazione dell'ONR Office of Naval Research la tecnologia si basa su una serie di sensori resistenti che possono essere implementati sui caschi e sui giubotti antiproiettile e permette di registrare la pressione subita dal corpo in base al punto in cui è avvenuta l'esplosione. Questi dati poi vengono inviati a uno scanner che dirà al soldato se potrà continuare a lavorare oppure se avendo riportato un trauma cranico dovrà essere sottoposto a delle analisi mediche (è noto infatti che qualsiasi esplosione fa seri danni a oggetti e persone nelle vicinanze anche con l'onda d'urto prodotta).

Al momento la tecnologia BLAST è in fase di studio e servono dai tre ai cinque anni affinché possa essere sfruttata al meglio negli eserciti.

Via | ONR
Fonte foto | Pixabay.com

  • shares
  • Mail