Stampante 3D Roboze One +400 per materiali avanzati

Nuove proposte nell’ambito di una tecnologia dal grande potenziale futuro.

roboze.jpg

Roboze lancia la nuova One +400, stampante 3D con sistema senza cinghie per lavorare con materiali avanzati, in un quadro di grande precisione meccanica, con tolleranze di lavoro reali di 50 micron (Belt-less System).

Si tratta di un modello professionale frutto dell’ingegneria Made in Italy, che promette grande versatilità operativa. Ai clienti consente di stampare a costi accessibili e in modo molto semplice con materiali termoplastici ad alta prestazione. “Questo –dice Alessio Lorusso, CEO di Roboze- apre enormi possibilità per le varie applicazioni in ambito industriale”.

Roboze One +400 è dotata di una coppia di estrusori capace di raggiungere temperature di 400 °C, rendendo possibile la stampa di 12 diversi tipi di materiali, tra cui Peek, Pei & Carbon PA. Con il secondo estrusore, inoltre, è possibile stampare geometrie e forme più complesse grazie al materiale di supporto.

I due ingredienti più interessanti, Peek & Pei, sono molto promettenti per l'ingegneria avanzata e le applicazioni mediche. Grazie alle sue eccellenti proprietà di resistenza meccanica e chimica, il Peek è ampiamente utilizzato nei settori aerospaziale, automobilistico e di processo chimico. E’ anche considerato un biomateriale avanzato, che trova applicazione in impianti e dispositivi medicali.

Il Pei, invece, offre una notevole resistenza termica e chimica. Entrambi i materiali erano disponibili prima di oggi con stampanti di produzione 3D ad alto costo.

  • shares
  • Mail