Droni militari all'avanguardia per Francia e Gran Bretagna

Gli aeromobili a pilotaggio remoto saranno sempre più presenti negli eserciti.

<> on January 7, 2016 in UNSPECIFIED, Unspecified.

Vorremmo un mondo di pace, ma gli eserciti servono anche per difenderla dalle ambizioni dei folli. Con l'obiettivo di potenziare la loro tela militare, Francia e Gran Bretagna hanno concluso in tempi recenti un accordo per un programma congiunto da oltre 2 miliardi di euro, che mira a far nascere una flotta di droni operativi dal 2030.

Parigi e Londra, quindi, danno seguito ai trattati militari Lancaster House siglati nel 2010, per dotarsi di nuovi strumenti tecnologici, cui crede molto anche il governo statunitense.

Gli studi di fattibilità sono stati affidati a Dassault Aviation e BAE System, nell'ambito di un'iniziativa che punta a far tesoro delle rispettive competenze (nEUROn per la Francia, Taranis per la Gran Bretagna), per dar vita alla prossima generazione di sistemi di combattimento e difesa aerea. I primi prototipi in scala reale sbocceranno nel 2025, ma la consegna all'esercito degli esemplari di apertura di questa gamma di aeromobili a pilotaggio remoto avverrà entro entro il 2030.

Via | Generation-nt.com

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO