Il tablet non si carica più, perché succede e come fare per risolvere il problema

Cosa fare quando il tablet non si carica più? Ecco i nostri consigli per cercare di risolvere il problema

tablet

Cosa fare e come comportarsi quando il tablet non si carica più? Magari siete docenti e prima di spendere il bonus dei 500 euro volete capire se è il caso di cambiarlo. Oppure siete dei semplici consumatori che stanno avendo qualche problema di troppo con la loro tavoletta appena acquistata. Noi ovviamente siamo qui per aiutarvi, a distanza certamente, ma ormai col Web molti dei problemi che prima parevano insormontabili sono invece risolvibili.

Anzitutto vi ricordiamo che il tablet è un hardware e che come tutti gli hardware risente degli effetti del tempo e dell'usura: ciò significa che se lo avete da anni e anni dovete mettere per forza in conto che qualcosa prima o poi non funzionerà più (o non più come prima, insomma). Vi diciamo subito insomma che potrebbe anche essere questo il motivo e che purtroppo potrete farci ben poco se la batteria del tablet non si carica più. Cosa fare allora?

Calmi, abbiamo detto che potrebbe essere questo il motivo e non che lo è senz'altro. Magari state semplicemente sbagliando qualcosa, e i passaggi che vi consiglieremo potrebbero aiutarvi in men che non si dica a risolvere tutto. I problemi di cui vi stiamo per parlare riguardano peraltro anche gli smartphone e potrebbero essere associati a ulteriori problematiche: per esempio, potrebbe succedere pure che il tablet non si accenda affatto (e in questo caso la nostra guida per gli smartphone vi tornerà di sicuro utile) oppure che si blocchi di continuo.

Come risolvere il problema del tablet che non si carica più: cosa fare e come


Ma veniamo al dunque e vediamo subito le procedure da seguire:


  • Se il tablet non si carica più dovreste pensare subito all’ingresso USB: siete sicuri che non sia difettoso e che non si sia sporcato con polvere o briciole? La pulizia è importantissima, e tutto potrebbe dipendere anche da questo: pulite l’ingresso, insomma, e accertatevi che il cavo sia perfettamente funzionante; basta verificare con un caricatore universale, ovviamente compatibile con il vostro tablet, se la carica si attiva oppure no: in quest’ultimo caso, dovrete passare al punto successivo.

  • Altri problemi infatti potrebbero aver coinvolto proprio il caricabatterie: potrebbe essere quest’ultimo a non funzionare, e in tal caso non vi resterà che continuare a caricare il vostro dispositivo tramite l’adattatore e usando il Personal Computer. Se notate che il caricabatterie funziona ma che la carica è molto lenta la guida da seguire è questa perché potrebbero esserci dei problemi che non hanno nulla a che vedere con quelli che stiamo trattando in questo post. Ma non è finita qui.

  • La batteria stessa: proprio lei, la temibile batteria. Avrete sentito senz'altro parlare di esplosioni e rigonfiamenti e, perché no, anche di obsolescenza programmata: potreste rientrare in questi casi, e dunque è bene che verifichiate subito se la batteria funziona a dovere e non è gonfia; qualora lo fosse, sostituitela immediatamente presso uno store. Se non è removibile, provate a far girare il tablet su sé stesso: gira senza problemi? Bene, può darsi che il problema sia proprio questo improvviso rigonfiamento (che potrebbe anche presentarsi subito: a me, per esempio, è stato venduto uno smartphone con batteria già difettosa, ed era nuovo di zecca).

  • Se non riuscite più a caricare il tablet, ricordate che tutto potrebbe dipendere da una batteria né rotta né gonfia ma semplicemente usurata: questo è il caso più semplice da risolvere, perché vi toccherà recarvi presso un centro assistenza o uno store, nel primo caso se avete una garanzia; nel secondo, se non siete protetti da garanzia e dunque sarete costretti a mettere mani al portafogli.


La carica del tablet potrebbe non funzionare più

anche per altri problemi che qui non abbiamo trattato e che vanno ovviamente sottoposti all'attenzione di bravi tecnici: valutate se sia il caso di spendere davvero, però, visto che in alcuni casi il costo dell’assistenza è più alto di quello del tablet stesso.

Quale tablet comprare e perché se il vecchio non funziona più


Se la situazione è più grave del previsto insomma vi conviene comprare un tablet nuovo, e a tal proposito vi consigliamo di dare un'occhiata alle nostre guide all'acquisto:


Un tablet che si non carica più

è un tablet ferito, moribondo o morto insomma: vi conviene di conseguenza non improvvisarvi tecnici senza averne le competenze e consultare solo persone esperte per cercare di aggiustarlo (o, nel caso, di recuperare il recuperabile). Lo stesso vale per gli acquisti: non mettete mani al portafogli se prima non vi siete informati a dovere.

Fonte foto | Pixabay.com

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 29 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO