Nvidia torna a dominare con Kepler, doppio lancio per desktop e mobile - le prime recensioni

Scritto da: -

Nvidia GeForce GTX 680
Oggi debutta Kepler, nome in codice della nuova architettura GPU di Nvidia che andrà gradualmente a sostituire le precedenti schede grafiche basate su Fermi. Un lancio atipico, che non vede l’introduzione di un’intera famiglia ma di due soli modelli: GeForce GTX 680 per il settore desktop e GTX 660M per quello mobile , entrambe rigorosamente per le fasce più alte dei due mercati.

Oltre alla consueta miniaturizzazione del core dovuta al passaggio ai 28 nanometri, nella GTX 680 viene introdotto un nuovo sistema di regolazione del clock, unificato e non più partizionato tra shader e core (1006MHz), che ora aumenta all’occorrenza nella modalità Boost (1058MHz) in un modo del tutto simile alle frequenze Turbo delle CPU.

Tutte le altre caratteristiche come numero totale di processori stram, unità texture e velocità della memoria vedono incrementi drammatici e si traducono in prestazioni che superano di gran lunga sia la vecchia generazione che l’attuale ammiraglia di AMD (Radeon HD 7970), che viene superata sul fronte delle prestazioni, efficienza e silenziosità.

Per quanto riguarda il mobile invece debutta la GTX 660M (insieme a due modelli vecchi, rimarchiati con la serie 6xx), che altro non è che una versione light della versione desktop. GeForce GTX 680 sarà disponibile nei prossimi giorni in Italia tra i 499€ e i 519€. Per una recensione dettagliata della GPU vi rimandiamo agli articoli di AnandTech (in inglese), oppure Hardware Upgrade.

Vota l'articolo:
3.67 su 5.00 basato su 3 voti.