CES 2012: il primo system-on-chip per smartphone di Intel è più veloce di ARM

Intel Atom Z2460 Medfield
Il primo annuncio importante di Intel di questo CES 2012 riguarda l'ingresso nel mercato degli smartphone con Penwell, il primo system-on-chip (SoC) in assoluto dell'azienda di Santa Clara. Meglio tardi che mai, è proprio il caso di dirlo.

Dietro al Penwell non si cela nulla di straordinariamente nuovo. Troviamo il solito Atom singolo core da 1.6GHz con Hyperthreading (capace cioè di eseguire due thread in parallelo simulando un dual-core) presente ormai da anni nella quasi totalità dei netbook e una GPU PowerVR SGX, il tutto impacchettato nel formato PoP (Package on Package), un involucro da soli 12x12mm.

Ma come si comporta un chip con architettura x86 all'interno di uno smartphone? Dai primi numeri diffusi da Intel riguardo il consumo energetico, Penwell sembra comportarsi più che bene sia nello standby che nel browsing, dove consuma meno dei SoC basati su architettura ARM di iPhone 4S e Samsung Galaxy S II. Meno rosea la situazione durante la conversazione o nella riproduzione dei video, ma parliamo comunque di numeri in linea con le altre offerte sul mercato.

Ma è sul fronte delle prestazioni pure che il nuovo chip di Intel si comporta in maniera veramente brillante. Sia nei benchmark Javascript che in quelli di navigazione lo smartphone con piattaforma di riferimento Intel batte tutti, ma proprio tutti i SoC sui dispositivi della concorrenza, ovvero Samsung Galaxy Nexu e Galaxy S II, iPhone 4S, Motorola Droid RAZR e Droid X2. Seguite l'articolo dopo l'interruzione per un breve video sul Lenovo K800, uno dei primissimi dispositivi a integrare il nuovo SoC di Intel, mentre se volete un approffondimento dettagliato vi rimandiato all'ottimo articolo di Anand Tech.

Vota l'articolo:
3.80 su 5.00 basato su 5 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO