Google Chromebook Pixel (2015), nuovo laptop premium da 999$

Google annuncia ufficialmente l'arrivo del nuovo modello di Google Chromebook Pixel, un laptop basato su Chrome OS con display ad alta risoluzione, due porte USB-C ed un prezzo di partenza di 999$.

chromebook-pixel

A circa due anni dall'arrivo del primo modello, Google introduce ufficialmente il suo nuovo notebook di fascia alta Google Chrome Pixel (2015), un terminale che sembra avere molto da offrire in termini di prestazioni, qualità di costruzione e funzioni.

La categoria dei Chromebook occupa ormai una buona fetta del mercato dei pc portatili. Trattandosi di laptop leggeri, poco costosi e generalmente agili nei compiti meno laboriosi ed esigenti, i dispositivi con Chrome OS sono ormai tra top seller.

Il primo Chromebook Pixel però deviava da questa filosofia presentandosi come un pc premium, con una scocca in metallo occupata da una configurazione hardware di alto livello ed un prezzo per niente contenuto di 1300$.

Il modello del 2015 è un degno successore e porta in campo una scheda tecnica più potente ed alcune interessanti caratteristiche. Al cuore delle sue capacità computazionali si trova un processore Intel Core i5 o Core i7 appartenente alla famiglia Broadwell, abbinato a 8/16GB di RAM. La capacità di archiviazione è affidata ad una modesta SSD da 32GB che diventano 64GB nel modello più potente.

Il display è un pannello da 12,85 pollici con una risoluzione di 2.560 x 1.700 pixel ed interfaccia touch che giace all'interno di una scocca metallica dal design squadrato e solido. Sono presenti inoltre due porte USB-C, lo stesso standard impiegato da Apple nel nuovo MacBook e la batteria assicura un'autonomia di ben 12 ore.

Leggi anche: MacBook 12", limiti e potenzialità della porta USB-C

Il prezzo della variante base è decisamente più basso di quello del modello uscito nel 2013 ed ammonta a 999$ che aumentano di 300$ nel caso del modello più potente il Pixel LS (Ludicrous Speed).

Non sono state ancora rivelate informazioni sulla disponibilità al di fuori del mercato USA e, trattandosi di un dispositivo destinato agli sviluppatori, sappiamo che Google produrrà un numero non molto grande di unità.

Via | Google

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO