Seagate: l'industria degli HDD non si ristabilirà prima della fine del 2012


L'alluvione dello scorso ottobre in Tailandia ha messo in ginocchio il mercato degli hard disk e da settimane si sussegue un ping pong di previsioni. Digitimes afferma che diversi distributori stanno già mettendo sul mercato la scorta di hard disk accumulati per il timore di carenze, perchè la differenza tra la domanda e l'offerta non è stata così drastica. Fonti da Taiwan prevedono che il problema della carenza degli hard disk vedrà un netto miglioramento nel mese di dicembre 2012 già da gennaio 2012.

Non la pensa così il CEO di Seagate, Stephen Luczo, che in un'intervista a Bloomberg racconta che anche se la sua fabbrica di Teparuk non è stata colpita direttamente dall'alluvione, tutti gli impianti dei costruttori che forniscono i componenti cruciali per l'assemblaggio degli hard disk (Nidec, Hutchinson) sono ancora sotto mezzo metro d'acqua. Con la produzione ancora ferma, Luczo scarta ogni possibilità di ritorno alla normalità entro brevi periodi e prevede un prolungamento della crisi fino alla fine del 2012.

Vota l'articolo:
3.78 su 5.00 basato su 9 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO