Samsung Gear VR, realtà virtuale per il Note 4 all'IFA 2014 di Berlino

Nel corso della sua conferenza stampa Unpacked assieme ai due nuovi modelli di Galaxy Note, Samsung ha rivelato anche il suo primo sistema per la realtà virtuale, il Samsung Gear VR, che sfrutta il display e la potenza del Galaxy Note 4.


samsung-gear-vr

Samsung ha portato un notevole numero di nuovi giocattoli elettronici all'IFA 2014 di Berlino. Il Galaxy Note 4, protagonista assoluto dell'evento stampa, è stato accompagnato dall'inedito Galaxy Note Edge e del Galaxy Gear S e per ultimo, ma non meno interessante, il Galaxy Gear VR.

Così come per gli smartwatch, quello della realtà virtuale è risultato essere un argomento in grado di attirare molto l'attenzione dei produttori di elettronica nonché quella del pubblico. Durante il corso dell'anno abbiamo avuto l'occasione di dare uno sguardo a diversi prototipi di “goggles” per la realtà virtuale come ad esempio il Project Morpheus di Sony e l'Oculus Rift.

È proprio ad Oculus - società acquisita da Facebook - che Samsung si è rivolta per sviluppare il proprio Samsung Gear VR che entra a far parte della compagine di prodotti legati al Note 4. Al contrario del Rift e similmente al project Cardboard di Google, il Gear VR non fa uso di una propria unità computazionale ma si affida alla potenza di calcolo del phablet.


L'headset di Samsung ha un design piacevole e, stando a quanto riportato da quelli che hanno avuto occasione di indossarlo, è leggero e comodo. La parte anteriore ospita l'alloggio per il Note 4 che viene posto di fronte ad una coppia di lenti che garantiscono l'effetto 3D. Sul dispositivo troviamo inoltre il controllo per il volume, un touchpad per le selezioni ed un bottone di “ritorno” per uscire dalle applicazioni. Lo stesso bottone servirà anche ad attivare la modalità “passthrough” che fornirà un flusso video del mondo reale grazie alla fotocamera del Note 4.

L'assenza di fili contribuisce a rendere l'esperienza più completa ed avvolgente ed in questo sembra stare anche un potenziale difetto del Gear VR vista l'assenza di una fonte video autonoma e dedicata e visti i limiti di uno smartphone.

Attualmente c'è poco più di qualche demo, tra film, spettacoli e videogames ma Samsung promette di consegnare agli gtenti, al momento dell'uscita dei Goggles, una cospicua quantità di contenuti dedicati alla realtà virtuale grazie ad una lista piuttosto lunga di partnership.

Il mercato dei dispositivi VR è ancora acerbo e Samsung potrebbe avere buone possibilità di piazzare il suo prodotto ma dando un occhio alla concorrenza è ancora difficile stabilire se sarà in grado di tenere testa.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 50 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO