iWatch, Apple ha contattato aziende svizzere per l'orologio intelligente

Per il suo iWatch Apple ha contattato parecchie aziende svizzere: ecco perché

Apple ha contattato diverse aziende per il suo iWatch, e queste aziende sarebbero tutte svizzere: elemento che deve spingerci a credere - almeno stando a quanto si legge su Financial Times - che il design dell'orologio potrebbe essere molto simile a quelli svizzeri, in genere circolari e dunque molto simile al concept che hanno proposto i nostri amici di Melablog, citandone l'autore, che è Gábor Balogh.

Financial Times ha parlato soprattutto di una collaborazione legata alla forgiatura del metallo della cassa: un accordo che più di qualcuno avrebbe firmato a occhi chiusi, ma che tutte le aziende contattate dalla Mela Morsicata si son rifiutate di portare a termine; il motivo è ovvio, perché dovete considerare che aiutare Apple a lanciare il suo iWatch significa sostenere un futuro e potente avversario. La Mela, comunque, non avrebbe demorso, a tal punto che - sempre secondo Financial Times - avrebbe cercato di assumere i dipendenti di quelle che voleva fossero sue partner.

Apple ha davvero fatto il possibile per iWatch


iwatch orologio svizzero

A confermare di essere stata contattata da Apple è stato Nick Hayek, CEO di Swatch, subito seguito da Jean-Claud Viver, presidente della divisione orologi e gioielli di LVMH (quest'ultimo, però, non sarebbe stato contattato, ma avrebbe dichiarato che Apple ha cercato in tutti i modi di assumere i dipendenti della Hublot). Insomma, la compagnia ha le idee molto chiare sul futuro di iWatch: peccato che, più di lei, queste idee le abbiano chiare tutti i concorrenti: dite che il fallimento di questi accordi influenzerà l'uscita dell'orologio intelligente?

  • shares
  • +1
  • Mail