iPad sostituiti da tablet Samsung in Russia, per il governo sono più sicuri (?)

La Russia vieta gli iPad al governo dopo le intercettazioni americane: d'ora in poi solo tablet Samsung

Gli iPad sono stati sostituiti dai tablet Samsung in Russia: la notizia è ufficiale, non si tratta di alcun rumor e siamo sicuri che Barack Obama - com'è giusto che sia quando c'è Vladimir Putin di mezzo - non risponderà alle provocazioni (e se vi chiedete che importanza possa avere la risposta di un leader politico nel mondo delle ultime tecnologie, ricordate che non poco tempo fa il Presidente degli Stati Uniti è intervenuto a favore di Apple in una causa contro Samsung e che, per fare un esempio che non coinvolga la Russia, Angela Merkel e i vertici politici tedeschi hanno deciso di non utilizzare più iPad ma altri dispositivi dopo le vicende politiche che hanno coinvolto l'America).

L'ANSA parla chiaro: dopo lo scandalo delle intercettazioni globali scoppiato a seguito delle denunce di Edward Snowden, la Russia avrebbe deciso di optare per tablet più sicuri; solo per certi versi, ovviamente, se considerate che Android - sistema operativo usato da Samsung - è ancora - e lo sarà per sempre, forse - il sistema operativo con più attacchi malware e rischio intrusioni di tutti: Google ha affrontato direttamente la questione, spiegando che è normale che l'OS più diffuso del mondo sia pure quello più bersagliato, visto che gli hacker vanno là dove c'è più possibilità di far danni.

Divieto iPad non è ritorsione


ipad russia

A comunicare tutto è stato il ministro delle comunicazioni russo, Nikolai Nikiforov, sottolineando - come si legge sull'ANSA - che

"la decisione non significa comunque alcuna restrizione o sanzione contro l'americana Apple. Il maggiore fan di Ipad finora era lo stesso premier, Dmitri Medvedev".

La vicenda politica che ha visto coinvolte Ucraina e Russia

- e che ha portato al referendum in Crimea - non c'entra nulla, insomma: sarà davvero così?

Via | ANSA

  • shares
  • +1
  • Mail