Google Chromecast arriva in Italia ed Europa, già in vendita su Google Play e Amazon

Google Chromecast può essere acquistato su Google Play Store o Amazon a €35, la chiavetta USB apre agli sviluppatori e chiude dei deal con i produttori di contenuti europei

Vi piace giocare, guardare i canali di YouTube o ascoltare la musica? A questa domanda, che Google stesso pone ai futuri acquirenti della chiavetta Google Chromecast, è davvero difficile opporre un “no”.

Il Chromecast ha la forma e le dimensioni di una chiavetta USB, ma è invece compatibile con la porta HDMI di qualsiasi televisore, e può essere controllato dal vostro tablet o smartphone. Un Chromecast costa €35 più spedizione, ora che è arrivato anche da noi in Italia, seguendo i piani di sviluppo di Google. E credetemi, ne vorrete molto probabilmente acquistare uno.

A cosa serve


Google sta cercando partnership con i produttori di contenuti locali, anche qui in Italia, dopo aver stretto accordi con la BBC in Inghilterra e SFR TV, TV Pluzz e CANALPLAY in Francia.

Per il momento da noi l’utente potrà accedere a YouTube, Google Play Movies e Google Play Music, ma soprattutto permetterà al vostro tablet e smartphone Android e iOS, oppure al vostro browser Chrome, di dialogare con il vostro televisore. Potrete spedire alla televisione ogni genere di contenuto che avete sfogliato o aperto su un PC o device mobile, che continuerà a controllarne la riproduzione.

Insomma, ogni cosa che può essere visualizzata sul vostro browser Chrome, può essere spedita al televisore (anche Sky Online, o qualsiasi altro contenuto in streaming).

Ma le cose possono ancora migliorare a Google lo sa. Per questo ha deciso di estendere finalmente il suo programma per gli sviluppatori, che hanno scaricato ormai oltre 3.000 SDK - presto ci sarà una pioggia di servizi (speriamo internazionali e senza frontiere) capaci di collaborare perfettamente con Chromecast.

Come funziona


Per usare un Chromecast basta inserirlo nella presa HDMI di un televisore moderno. Siccome pesa solo 34 g, non dovrebbe essere un problema. Ha bisogno di essere alimentato da una presa elettrica o USB, e di essere connesso al Wi-Fi usando il nostro smartphone - ma non consuma molto e lo streaming continua anche quando il dispositivo è in stand by.

In definitiva si tratta di un gadget molto promettente, ma purtroppo ancora nelle sue fasi iniziali di sviluppo e diffusione. Quando avremo una batteria di mega-servizi come Netflix a disposizione, sarà un piccolo apparecchio che vedremo in tutte le case.​


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO