Nuovo Oculus Rift "Crystal Cove" al CES 2014 - OLED, bassa latenza e tracking IR

Oculus VR ha portato a Las Vegas l'ultimo prototipo del Rift con due nuovi pannellini OLED che curano il problema della "motion sickness".

Esattamente come ci aveva promesso nei giorni scorsi, Oculus VR ha portato al CES 2014 un Oculus Rift nuovo di zecca e aggiornato proprio su quegli aspetti che impedivano una fruizione adeguata dell'ambiente virtuale. La nuova versione per il momento è solo un prototipo, ma ha un nome: "Crystal Cove", e non verrà messa in produzione per aggiornare le versioni beta che già circolano tra curiosi e sviluppatori da diversi mesi.

Gran parte delle novità e dei miglioramenti sono dovuti da un passaggio dei due display a un doppio pannello OLED ad alta densità e sopratutto ad alto refresh e bassa latenza, secondo gli addetti in grado di visualizzare immagini "più rapide di qualsiasi altro monitor LCD sul mercato". La risoluzione, il costruttore e gli altri dettagli sui pannellini non sono stati divulgati, ma riesce difficile pensare che si sia tornati indietro rispetto al prototipo 1080p (non OLED) mostrato quest'estate all'E3.

La conseguenza più importante del passaggio agli schermi a bassa latenza è nell'eliminazione del motion blur e nell'input su schermo dei nostri movimenti, la causa principale di quella fastidiosa sensazione di nausea che provocava la prima generazione del visore.

Nei negozi entro la fine dell'anno

L'altra novità importante è nel miglioramento del sistema di tracciatura dei movimenti della testa, controllati da una schiera di sensori all'infrorosso ben visibili su tutta la parte anteriore del prototipo. Il sistema di tracking ora richiede una videocamera puntata sul giocatore in stile Kinect, ma l'azienda promette che questo non causerà un aumento significativo dei costi di produzione o del prezzo finale dell'unità che per principio dovrà rimanere accessibile.

Il nuovo prototipo segna un buon passo avanti per l'azienda, che forte del nuovo finanziamento record ottenuto a dicembre -- 75 milioni di dollari non sono affatto pochi -- e della nuova direzione tecnica del guru John Carmack sembrerebbe sulla strada giusta per centrare l'obbiettivo. L'azienda non ha ancora confermato una data d'arrivo per la versione finale, ma è plausibile aspettarsi un'uscita negli ultimi mesi del 2014.

Via | Polygon

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO